Il metodo “ermes ponti”

Il nostro metodo si è affinato e perfezionato negli anni, con l'esperienza maturata nei settori d'eccellenza del Made in Italy: dall’ascolto dell’idea, l’architetto gestisce in modo integrato tutto il processo di progettazione esecutiva e produzione, insieme al personale dell’ufficio tecnico e ai maestri falegnami coinvolti, garantendo tempi e costi preventivati.

/ approfondisci leggi una descrizione delle fasi del metodo

Le fasi del metodo

L'incontro

Il nostro metodo si fonda sul dialogo: il nostro cliente quando viene a trovarci ci racconta quello che vorrebbe in parte a parole, in parte ce lo fa capire attraverso il contesto nel quale siamo chiamati ad operare, dove le nostre competenze e la nostra cultura aiutano a tradurre attraverso la matita ed un foglio bianco. E’ così che le parole e i silenzi fanno nascere le prime idee.

L'ideazione

Dagli schizzi, dai disegni la prima idea si evolve, si struttura; è un segno su un foglio, ma chi lo traccia sa già come deve essere costruito. Prefigurare ciò che non esiste ancora è il nostro lavoro.

I nostri valori sono quelli di sempre: cerchiamo la vera bellezza come risultato della riconosciuta funzionalità e solidità degli ambienti e degli arredi; la nostra cura per i dettagli, le lavorazioni artigianali, le finiture fanno il resto. Basta case minimaliste belle solo sul set fotografico di una rivista: la casa deve essere un luogo armonioso e accogliente, lo spazio si deve esperire, vivere.

Il progetto (su misura)

A discrezione e misura del cliente rimane la comodità; la particolare sensazione di agio che vogliamo far sperimentare ai nostri committenti è quella dell’abito sartoriale. Anche un tavolo, come un vestito va provato; l’altezza di un piano di lavoro in cucina o del lavello in bagno. Ad ognuno la sua altezza di maniglia o la sua larghezza di specchio. Ad ognuno le sue proporzioni perché “l’edificio è un corpo” e come tale esiste nel corpo architettonico una corrispondenza fra le parti che conferisce l’armonia del tutto; “concinnitas universarum partium”, la chiamava Leon Battista Alberti del quale, durante la nostra formazione universitaria, abbiamo studiato i testi, ma soprattutto rilevato le fabbriche mantovane per imparare il suo metodo numerico di gestione del cantiere.

La modellazione

L’accurata modellazione 3D consente al cliente di giudicare le prefigurazioni spaziali dell’architetto. Intanto si fanno i campioni; le finiture dei muri, i legni, i marmi, i vetri, i metalli, i tessuti, l’eventuale integrazione con elementi tecnologici. Ad ogni disegno 3D sullo schermo corrispondono dei materiali da toccare con le mani, da valutare alla luce del sole, da annusarne il profumo.

La realizzazione

Tutte le fasi di lavorazione e realizzazione dell'arredo sono gestite internamente: dalla selezione accurata dei tranciati, al taglio dei masselli, alle lavorazioni speciali con le macchine a controllo numerico, fino alla verniciatura. La costruzione di ogni arredo avviene" a banco" (si dice in gergo), con la cura, l'intelligenza della mano, la maestria di ognuno dei nostri falegnami.

Questa fase di premontaggio in laboratorio è una delle garanzie dell'eccellenza del nostro lavoro; il falegname costruisce la sua piccola architettura e mentre cresce, ci gira attorno, osserva con cura, soppesa ogni dettaglio, emenda qualche lievissima impercettibile -eventuale- imperfezione; per il semplice gusto di fare le cose ben fatte.

L'esecuzione dei lavori

Si procede, si fanno i disegni esecutivi per governare il lavoro del cantiere che dovrà accogliere al momento giusto gli arredi. L’architetto gestisce in modo integrato tutto il processo di progettazione esecutiva e produzione, insieme al suo personale dell’ufficio tecnico e ai maestri falegnami coinvolti.

L’installazione è gestita in modo coordinato con il cantiere; muri, cartongessi, impianti.

La consegna al cliente

Per la data prefissata, coincidente con l’inaugurazione della boutique, il varo dello yacht o il semplice trasloco nella nuova casa, viene consegnato lo spazio pronto ad essere immmediatamente utilizzato.

La cura nel tempo

Le nostre forniture d'arredo non sono accessorie - spesso non sono neppure mobili- ma si fondono con gli spazi interni che vanno ad arredare; sono sartoriali, uniche, vere architetture d'interni, hanno un valore patrimoniale come l'immobile stesso. Per questo indipendentemente dagli anni passati, da tre generazioni, garantiamo ai nostri clienti non un semplice servizio post-vendita, ma il nostro speciale servizio di cura e manutenzione.